Seguici fu facebook
cerca

Bio a Roma

Bacheca

Offerte di lavoro Bio

Info Biologiche

Ultimi Commenti

Tag Cloud

detersivo biologico per piatti

Buone feste Vorrei, brevemente, regalarvi la mia esperienza!
Un giorno mentre lavavo i piatti la mia attenzione si è rivolta a quanti detersivi usavo per sgrassare tutti i piatti che avevo lì davanti e di quanta plastica butto con i contenitori relativi ai detersivi…
Cosi sono andata su internet e ho iniziato a fare una ricerca su come produrre da sé detersivi biologici, naturali, “casalinghi”, fai da te e dato che sono presenti numerosi informazioni al riguardo, ho iniziato a “provare” anche io…
Con grande sorpresa, il risultato è stato veramente ottima:
ottenere il massimo risultato possibile
con il minimo sforzo…anche in termini economici!

Ecco la ricetta che ho provato:

INGREDIENTI
3/4 limoni – 200 ml di aceto bianco – 400 ml di acqua – 200 gr di sale

PROCEDIMENTO
Spremete i limoni, mettete il succo di limone dentro il frullatore, aggiungete il sale e la buccia di limone ( va tolta la parte interna ma non necessariamente ) .
frullate tutto molto finemente.
successivamente mettete in una pentola l’acqua , l’aceto e il preparato appena fatto.
dopo 10 min che bolle il sapone è fatto.
consiglio di frullare nuovamente il tutto quando il composto è dentro la pentola, più è fine e meglio sarà il risultato, soprattutto se usate la lavastoviglie eviterete problemi con il filtro e pezzettini di limone sparso.
quando è tiepido va messo nei contenitori.

Questa quantità di sapone mi è durata circa una settimana, facendo regolarmente i piatti dopo ogni pasto. Io mi sono trovata fin da subito molto bene. Se lavate a mano come me i piatti l’unico “particolare” è che all’inizio può darvi l’impressione di non avere del tutto pulito bene la singola posata, o piatto o bicchiere, poiché questi saponi biologici non lasciano schiuma e bollicine e questo non consente di ottenere un parametro di pulizia. Bisogna solo farci solo un pò l’abitudine, magari all’inizio aggiungete anche sapone tradizionale per darvi un idea.
Nonostante questo, tuttò ciò che lavo viene sgrassato e senza odore sgradevole.

Grazie per aver dedicato un po’ di attenzione a come inquinare meno l’ambiente che ci circonda e in cui viviamo!

7 commenti a “detersivo biologico per piatti”

  1. Cinzia scrive:
    4 febbraio 2011 alle 5:35 pm

    Che meraviglia!
    Ho sempre cercato alternative ecologiche ai detersivi, ma fin’ora la cosa migliore in cui ero riuscita era l’acquisto alla spina, ma risparmiando solo la plastica dei contenitori.
    Proverò il tuo metodo e lo diffonderò tra i miei ospiti!
    Grazie.

  2. Pia Umena scrive:
    1 aprile 2011 alle 10:12 am

    Ho intrapreso questa esperienza un paio di anni fa, tutta speranzosa mi ci sono buttata, anzi ho fatto la stessa cosa col detersivo fai da te per lavatrice- cambiano gli ingredienti, li invece del limone si usa la cenere- ma dopo qualche mese mi sono dovuta ricredere, la pulizia era insufficente, le stoviglie non erano sufficientemente pulite. Per il bucato idem, i panni erano grigiastri. Sarei la prima ad usarli se fossero efficaci. Pia.

  3. admin scrive:
    2 aprile 2011 alle 4:39 pm

    Lo uso per i piatti e sinceramente li trovo puliti.
    Unica cosa e frullare molto bene il composto, altrimenti rimangono i pezzetti di limone.
    Non rimane alcun odore brutto e tutto viene sgrassato.
    Per la lavatrice non so dirti ancora non ho provato.

  4. Marco scrive:
    6 febbraio 2012 alle 2:41 pm

    Ciao!

    Io lavoro proprio nel campo, sto introducendo a Roma e nel Lazio i detersivi Biolù, che oltre ad essere alla spina sono anche ecologici e biologici (prodotti esclusivamente da materie prime vegetali, con certificazione AIAB)!
    Spero vorrete provarli, credo che siano una soluzione ottima per chi è attento a queste cose (e poi.. funzionano :) )

  5. TIZIANA scrive:
    24 febbraio 2012 alle 11:31 am

    sono anni che uso lavare la biancheria le meravigliose “noci lavatutto” ne metto 5 o 6 in un sacchettino e lavo con il programma lungo. Ovvio che la biancheria non sarà BIANCA CHE PIù BIANCA NONSI PUò ma, di sicuro non ci saranno neppure tutte le schifezze residue dei detersivi, buon lavaggio a tutti

  6. Marco scrive:
    20 luglio 2012 alle 9:00 am

    Il sapone in questione non è un vero e proprio sapone, è una soluzione sgrasante, quindi scioglie il grasso ma non necessariamente lo sporco organico, ma con un po di accortezza va benissimo per le stoviglie se non incrostate.
    Per il bucato ci serve il sapone, chimicamente un sale formato da una reazione chimica tra un acido grasso (olio o grasso animale o vegetale) e una soluzione basica (es. soda caustica in acqua)
    Io mi sono cimentato qualche anno fa nella produzione del sapone.
    Ho trovato tutte le informazioni su internet, posso postare dei link in inglese se interessa a qualcuno.
    Il procedimento è una reazione chimica ma con le dovute precauzioni (mascherina, guanti e occhialoni) è sicura e divertente.
    Tra l’altro potete riciclare l’olio usato della frittura e vi assicuro che il vostro bucato non puzzerà di fritto…
    Le prime partite di sapone saranno di sicuro poco valide, ma serviranno per capire il meccanismo, già dalla terza prova a me uscì un ottimo sapone che potete aromatizzare con essenze o addirittura fiori veri.

  7. Fran scrive:
    4 gennaio 2013 alle 11:26 am

    @ Marco:
    ho notato che i detersivi Biolù hanno il sodium lauryl sulfate (SLS) che fa male.


Se hai qualcosa da dire su "detersivo biologico per piatti" lascia un commento!

 

Categorie: Articoli, Bacheca 7 Commenti »